Bullismo e cyberbullismo: la prevenzione

Il nostro Istituto si impegna attivamente a contrastare ogni forma di prevaricazione e di vittimizzazione, attraverso azioni di prevenzione primaria, secondaria e terziaria.

La prevenzione

  • Prevenzione primaria o universale

Comprende azioni rivolte a tutta la popolazione. Nel caso del bullismo promuovono un clima positivo improntato al rispetto reciproco e un senso di comunità e di convivenza a scuola.

  • Prevenzione secondaria o selettiva

Comprende azioni focalizzate su gruppi a rischio, per condizioni di disagio o perché presentano già una prima manifestazione del fenomeno.

  • Prevenzione terziaria o indicata

Comprende azioni rivolte a fasce della popolazione scolastica in cui il problema è già presente e in stato avanzato.

Tutti i docenti, venuti a conoscenza diretta o indiretta di eventuali episodi di bullismo o cyberbullismo, sono chiamati a segnalarli al referente scolastico o al Team Antibullismo d’istituto, al fine di avviare una strategia d’intervento concordata e tempestiva.

    Cosa sta facendo il nostro Istituto:

    • Effettua una valutazione degli studenti a rischio attraverso l'osservazione del disagio e la rilevazione di eventuali comportamenti dannosi
    • Ha formato tramite la piattaforma ELISA un docente referente 
    • Si è dotato di un Team Antibullismo/Team per l’Emergenza
    • Ha inserito misure dedicate alla prevenzione dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo nel PTOF, nel Regolamento d’Istituto, nel Patto educativo di corresponsabilità
    • Promuove attività di formazione/informazione rivolte a docenti, studenti, famiglie e personale ATA sui temi dei regolamenti e delle procedure adottate dal referente per il bullismo/cyberbullismo e dal Team Antibullismo
    • Favorisce il ruolo attivo degli studenti da parte del personale docente (con azioni di peer education)
    • Condivide con le famiglie il Patto educativo di corresponsabilità 
    • Ha elaborato un Protocollo per la gestione dei casi presunti di bullismo/cyberbullismo.